Aziende 4x4ElaborazioniEventiNews

Presentato il nuovo T3 Light “Dust Devil”

Il nuovo veicolo estremamente leggero costruito secondo i requisiti della neonata classe FIA T3 è stato provato da numerosi piloti durante lo scorso week-end nel Test Day a Parma. Il nuovo “oggetto del desiderio” per gli amanti del 4×4 si chiama T3 “Light”, per evidenziare le caratteristiche di leggerezza del mezzo, o come più simpaticamente lo chiamano i suoi creatori, “Dust Devil”, il diavolo della polvere. RTeam e l’Ingegner Danisi, già progettista di tutte le vetture della squadra, unendo le esperienze maturate nel corso di decenni ed i grandi successi ottenuti nei campionati Rally Raid con le vetture T1 (Mitsubishi L200, WRC) e T2 (Pajero), presentano un veicolo innovativo ed estremamente leggero, costruito secondo i requisiti della neonata classe FIA T3. La filosofia alla base della nuova categoria è quello di costituire una classe che può correre in tutte le competizioni del Mondo, in primis la Dakar, allargando, grazie ai costi ridotti, il numero di potenziali piloti e team che possono avvicinarsi a questo tipo di gare. Danisi Engineering si è occupato dell’intera progettazione e costruzione della nuova vettura, RTeam della gestione, dell’allestimento, dell’assistenza e del noleggio per tutti coloro che vorranno cimentarsi con questo nuovo emozionante veicolo. Sabato 19 e Domenica 20 febbraio molti piloti hanno testato i nuovi T3 Light in un percorso sterrato all’interno della Riserva Monte Cappuccio, in provincia di Parma. Più di 40 piloti su 2 nuovissimi mezzi T3 si sono alternati percorrendo solo nella giornata di sabato 260 km sul tracciato off-road. Durante le prove le vetture hanno reagito molto bene per quanto riguarda sia l’assetto che le sospensioni. Le uniche problematiche rilevate durante quelli che sono stati effettivamente i primi test ufficiali (una delle vetture era stata provata qualche settimana prima per soli 40 km, l’altra era appena uscita dalla fabbrica) hanno riguardato le cinghie, un problema che verrà risolto prima delle prima prova di campionato a Pordenone. Il test infatti è stato fatto il fine settimana appena trascorso, con le vetture appena pronte, proprio per essere pronti per l’Italian Baja. I piloti si sono quindi dichiarati soddisfatti, soprattutto per la facilità di guida e la leggerezza del mezzo in rapporto ad una potenza addirittura superiore ai gruppi T1 e T2. Il T3 Light “Dust Devil” ha una trazione posteriore, costruita su di un telaio tubolare in acciaio ad alta resistenza, che pesa meno di 700 kg ma è larga 2 metri ed ha un passo di 2,60 mt. Il peso ridotto assicura il rapporto peso/potenza della classe T1 ed esalta le prestazioni di frenata ed il comportamento dinamico. I freni a disco sono dotati di pinze a quattro pistoncini e sono forniti da Brembo, gli ammortizzatori, forniti da ORAM, sono completamente regolabili e le molle Eibach completano la configurazione delle sospensioni. Con EVOCORSE sono stati sviluppati appositamente per questa vettura i cerchi da 14″ con bead-lock. Il gruppo propulsore è composto da un motore a tre cilindri ben collaudato e affidabile, capace di 140 CV, con il quale sarà possibile correre una intera stagione di gare senza necessità di interventi di revisione, unito ad un dispositivo CVT con cinghia in kevlar che assicura una trasmissione affidabile a basso costo e collega il motore a un differenziale di tipo Torsen per il quale è possibile avere, su richiesta, il comando di bloccaggio manuale. Dispositivi di sicurezza, sedili e volante sono forniti da OMP. Il T3 Light “Dust Devil” sarà sicuramente un veicolo rivoluzionario per il mondo del Cross Country Rally perché di fatto può vincere in alcune gare, cosa fino ad oggi riservata ai potenti e costosi prototipi T1. Il pilota Pierpaolo Larini, da anni legato alla squadra RalliArt Off Road Italy e considerato dalla stessa il miglior collaudatore oltre che uno dei piloti più performanti, sarà quest’anno il Tester ufficiale T3 per RalliArt e forse parteciperà al Campionato Italiano Rallyes Tout Terrain come campo di prova per testare il mezzo. Dopo aver testato il mezzo, Larini ha dichiarato: “Le mie impressioni sono assolutamente positive. Il mezzo regge il confronto con il T1 L200 che è considerato il top per la sua categoria, infatti sono riuscito a stare negli stessi tempi. Questo ci fa ben sperare per le gare di campionato italiane in quanto la nuova vettura può competere per la classifica assoluta. La nuova T3 è molto leggera e questo rapporto peso-potenza la rende molto agile. La struttura tubolare aperta la rende leggermente impegnativa per quanto riguarda gli agenti atmosferici perché non ha il parabrezza e mentre guidi hai la stessa sensazione di guidare una moto. Comunque il mezzo è divertente e facile da guidare e secondo me avrà un buon successo”.

SCHEDA TECNICA T3 LIGHT
– Alte prestazioni / Basso budget
– Design basato sull’esperienza T1 Rally Raid
– Rapporto Peso / Potenza superiore ai gruppi T1 e T2
– Motore Yamaha resistente ed affidabile testato anche alla Dakar
– Basso costo di riparazione: telaio modulare
– Sospensioni completamente regolabili
– Configurazione sedile singolo/doppio
– Corpo in fibra di vetro, carbonio e Kevlar
– Optional disponibili a richiesta:
– Pinza Brembo Racing a 4 pistoni
– Differenziale a bloccaggio manuale
– Componenti in fibra di carbonio e Kevlar a minor peso ( struttura del sedile, pannelli carrozzeria, cruscotto…)
– Dashboard con Display LCD
– Assetto con 3 regolazioni
– Cerchi: in alluminio fuso tipo Beadlock 14” X 9”
– Gomme (davanti/dietro): 26 X 9 R14 / 26 X 11 R14
– Sterzata (diametro): m 11
– Sospensioni: sospensioni a ruote indipendenti con bracci oscillanti
– Ammortizzatori: a Gas idraulici regolabili
– Escursione Sospensione: mm 350
– Dischi freni: mm 278
– Pinza freno: con 2 pistoni frenanti (std) con 4 pistoni frenanti (opt)

Motore e trasmissione
Cilindrata: cm³ 1.049
Max. Potenza: 140 hp a 8.750 RPM
Cilindri n.r: 3
Valvole: 4 x cilindro DOHC
Iniezione carburante: Elettronica Jet
Trasmissione: Continua CVT
Differenziale: Autobloccante 100% TorSen
Capacità carburante nel serbatoio: l 200
Consumo di carburante: 14 l / 100 km
Velocità Max: 150 km/h
Peso: 670 kg

Tags

Related Articles

One Comment

Lascia un commento

Close
Close