ClubEventiFriuli Venezia GiuliaNews

Cronaca “18° Raduno Rosa 4×4”

Una splendida giornata di sole, anticipo di primavera è stata l’occasione ideale per un tour nell’Isontino ed il Carso, alla conoscenza di quei luoghi aspri e selvaggi dove furono scritte pagine cruente e dolorose della prima guerra mondiale. Un misto di fuoristrada 4×4 e conoscenza del territorio sul quale correva un confine politico che divideva pacifiche popolazioni unite da secolari convivenze. La data scelta dagli organizzatori del Gruppo Fuoristradistico Isontino Alpe Adria è stata quella del 9 marzo, per tradizione la festività più prossima alla giornata internazionale della donna. Ventotto equipaggi, tutti al femminile e provenienti da varie regioni del nord Italia e dalla Slovenija, hanno dato vita alla 18ª edizione del “raduno rosa 4×4”, partito dai piedi del Sacrario di Redipuglia (GO); a dare il via l’assessore provinciale allo Sport Vesna Tomsič, il consigliere regionale Rodolfo Ziberna e Carla Berini presidente provinciale Uisp. Eterogeneo il parco macchine al via; oltre ad un Land Rover Discovery in livrea d’istituto della Polizia di Stato, c’erano diversi 4×4 attrezzati e grintosi con tanto di verricelli, snorkel e grintosissime gomme tassellate ed altri più stradali ma non per questo meno performanti come la Porsche Cayenne bianca sponsorizzata Michelin. A tutte le partecipanti veniva proposto un percorso base dalle spiccate caratteristiche turistiche, indicato a ogni mezzo 4×4 mentre, a libera scelta, potevano essere inserite delle varianti, tre in totale, abbastanza impegnative ma non tanto da mettere mai in crisi le grintose “ragazze”.

 

Subito dopo il via, il programma prevedeva la visita alla Dolina dei Bersaglieri, sul Carso, con accompagnamento da parte del prof. Pascolutti che ben illustrava alle presenti la drammaticità della storia vissuta in quel sito e su tutto il territorio carsico durante la prima guerra mondiale. Poco dopo aver percorso un breve tratto off-road, era volta di un’altra visita guidata, quella presso il Parco Ungaretti a Castelvecchio; era questa anche l’occasione per visitare le cantine dell’azienda e consumare un piccolo buffet a base di prodotti locali. Nella seconda parte della giornata era concentrata la parte più fuoritradistica ed impegnativa del programma che prevedeva diversi tracciati a fondo naturale dove le partecipanti erano chiamate ad evidenziare tutte le loro capacità di guida e le potenzialità dei 4×4 per superare difficoltà anche rilevanti. Anche un apposito percorso “slalom-trial” su fondo misto ghiaia-sabbia e disegnato dalla Michelin Italia, metteva a confronto le varie abilità di guida. Il gran finale si aveva al termine del “tour” a metà pomeriggio nella splendida Dimora Storica di Villa Iachia e Ruda (UD) dove le partecipanti potevano rifocillarsi attingendo ad un ricco buffet allestito con le tipiche pietanze del territorio ed accompagnato dai prestigiosi vini della zona. Le premiazioni finali vedevano riconoscimenti a Roberta Dragoni per la prova slalom-trial Michelin in cui aveva superato di poco Chiara Fontanot e Tiziana Muzzin (stesso ordine di merito come nell’edizione 2013 del raduno); vincitrice della prova culturale risultava Rossana Pasini che rispondeva esattamente a tutte le 18 domande proposte nel test; premiato anche l’equipaggio straniero dello sloveno Club Kanal.

 

Locandina 18° raduno rosa 4x4

Tags

Related Articles

Lascia un commento

Back to top button
Close