ClubEventiFriuli Venezia GiuliaNews

Raduno Faedis e 3° Raduno Alta Val Torre by GFI Alpe Adria Off Road

L’instancabile club GFI Alpe Adria Off road di Gradisca d’Isonzo (GO), capitanato dal vulcanico presidente Tiziano Godeas, ha organizzato due splendidi raduni estivi, tra strerrati, boschi e paesaggi mozzafito. Ecco la cronaca dei due raduni in 4×4 a Faedis e Lusevera, ricchi di emozioni in fuoristrada e tanta amicizia “integrale”.

Raduno Faedis, sabato 20 Luglio Faedis (UD) – Luna piena per una piacevole serata estiva a cornice della decima edizione del raduno 4×4 in notturna a Faedis (UD). Un’ottantina gli equipaggi partecipanti,  diversi venuti da fuori regione, altri alle loro prime armi; per tutti, il percorso (una settantina di km. circa), è stato molto interessante dal punto di vista paesaggistico e naturalistico, con l’aggiunta di qualche passaggio piuttosto impegnativo. La partenza è stata data alle 20.00 e subito si è ricorsi all’uso del 4×4 imposte dalle varianti. Qualche sterrato, il saliscendi lungo stradine di bosco, una discesa nei “vasconi” dei torrenti in secca, una pista molto impegnativa solo per piccoli 4×4 e la carovana dei fuoristrada riusciva a conquistare il primo punto ristoro fornito di un’indovinatissima macedonia fresca e di “strucchi” (tipici dolci delle Valli del Natisone). Dopo la sosta, il giro proseguiva con un altro tracciato, immerso nei boschi e bonificato dalle sporgenti ramaglie grazie al lavoro dei soliti generosi “scout” del GFI capitanati dagli infaticabili Fabrizio e Walter.
L’arrivo del raduno si è concretizzato verso mezzanotte. I partecipanti hanno avuto in consegna una foto ricordo e sono stati ospiti di una “cenetta” molto “ruspante”, in sagra, in mezzo a migliaia di giovani che hanno cantato e ballato per tutta la notte. Alcuni fuoristradisti, reduci un po’assonati dal raduno notturno, si sono ritrovati nella mattinata successiva per un trial ricavato sui pendii di una collina a fianco della zona festeggiamenti; cinque erano le “manche” a disposizione di ogni equipaggio; venivano premiati nella categoria “A” Marco Ampola e nella categoria “B” Matteo Da Rin.

3ª edizione Raduno 4×4 Alta Val Torre, Domenica 28 Luglio Lusevera (UD) – Solcata dalla parte iniziale del corso d’acqua del Torre nelle Prealpi Giulie, l’Alta Val Torre, un territorio tra i più suggestivi ed incontaminati del Friuli Venezia Giulia, ha ospitato la terza edizione del raduno 4×4 che porta il nome della stessa vallata. La “location” di partenza, rispetto alle precedenti edizione, è stata trasferita a Pian dei Ciclamini, una splendida pineta dove è ideale praticare sci di fondo, mountain bike, passeggiate naturalistiche, pick-nic ma, su speciale deroga del Regione Friuli Venezia Giulia, solo per un paio d’ore di domenica 28 luglio, è stata messa a completa disposizione della manifestazione 4×4. Quasi 40 gli equipaggi partecipanti (in aumento rispetto alle precedenti edizioni) che hanno seguito un programma predisposto da Luca Mizza del G.F.I. Alpe Adria ed impostato sulla formula del raduno per tutti, vale a dire con un percorso off-road indicato ad ogni 4×4, SUV compresi, ma anche con brevi varianti impegnative riservate solamente ai piloti più esperti. La maggior parte dei partecipanti si è cimentata, come spesso accade, nel percorso più avventuroso ed in particolare in una ripida salita di circa 1 km. dove è stato necessario utilizzare marce ridotte ed una particolare attenzione nel scegliere la traiettoria migliore per non essere “inghiottiti” dai profondi solchi scavati dall’acqua. Altri hanno preferito intraprendere i più tranquilli sterrati che riportavano la carovana dei 4×4, nel primo pomeriggio, a Lusevera presso la zona della sagra per il pranzo. Dopo una breve premiazione degli equipaggi provenienti dall’estero e da fuori regione, i partecipanti avevano a disposizione un secondo road-book che, fatto un piccolo guado e percorse alcune piste di bosco, portava i fuoristradisti sulle alture che sovrastano l’abitato di Tarcento da dove si poteva ammirare il panorama che spaziava dalle cime delle Prealpi Giulie fino al mare.

 

Tags

Related Articles

Lascia un commento

Back to top button
Close