EventiMitsubishiModelliRacing

Il team RalliArt Off Road Italy si fa onore alla Baja Espana-Aragon

Gli equipaggi RalliArt Off Road Italy hanno dominato la classifica T2 posizionandosi nei primi 3 posti di categoria questo fine settimana in Spagna, in occasione della Baja Espana-Aragon, quarto appuntamento della Coppa del Mondo Rallyes Tout Terrain, dimostrando ancora una volta la grande affidabilità e velocità dei propri mezzi. Dopo tre giorni di importanti prestazioni, all’insegna del caldo torrido e del terribile “fesh fesh”, la 29° edizione della Baja Espana si è conclusa domenica dopo ben 3 settori selettivi più il prologo di venerdì, ed ha visto l’equipaggio brasiliano composto da Reinaldo Varela e Gustavo Gugelmin, con il Pajero DID T2.2, 1° nella classifica T2 e 12° assoluto su 61 vetture al via. Un grande risultato per i piloti sudamericani del team RalliArt che sono attualmente 2° nella classifica assoluta mondiale T2, a soli 3 punti dai primi. Non da meno, i loro compagni di squadra Elvis Borsoi e Rudy Briani, anch’essi sul Mitsubishi Pajero DID T2.2 RalliArt, che hanno portato avanti una gara costante e veloce, risalendo sempre di più la classifica fino a concludere in 2° posizione nella categoria T2 e in 15° assoluta. Terzi tra i T2 i fratelli Carmine e Lucio Salvi alla guida del New Pajero SW T2.2, che in classifica finale hanno conquistato la 17° posizione. Ottima gara anche per l’equipaggio composto da Marco Moraes e Eduardo Sachs, sempre su Pajero DID T2.2, che dopo la prima speciale di sabato avevano conquistato il 1° posto di categoria ma poi, a causa di un problema al cambio, hanno perso 15 minuti in assistenza. Domenica comunque i brasiliani hanno recuperato, facendo registrare un’ottima prestazione nell’ultimo settore e guadagnando la 20° posizione assoluta. Una gara sempre al top per Silvio e Tito Totani con il potente L200 Mitsubishi, finita purtroppo per un problema alla frizione nell’ultima speciale, causato dai tanti chilometri di “fesh fesh” che hanno intasato il meccanismo della frizione. I fratelli Totani hanno concluso tre settori ai massimi livelli, rimanendo sempre tra i primi in classifica, fino a posizionarsi 8° assoluti. “Questo L200 è impressionante – aveva affermato Totani sabato all’arrivo in parco chiuso – come una moto, fila via liscio come l’olio ed è molto veloce e maneggevole”. Domenica però, durante il terzo settore selettivo, la frizione danneggiata dalla sabbia ha cominciato a slittare e il pilota aquilano ha dovuto rallentare, fino poi a decidere di ritirarsi. Da sottolineare, la straordinaria prestazione del T3 Light guidato da Pierpaolo Larini e Pietro Musacchia, che ha concluso con successo la gara mondiale vincendo la Coppa di categoria e il 21° posto in classifica generale, prima di molte vetture T2 e T1. L’innovativo veicolo T3 ha dimostrato la propria affidabilità e potenza, al pari delle altre categorie. Bilancio quindi più che positivo per il Team RalliArt Off Road Italy, che su 6 auto iscritte in rappresentanza del team più numeroso a livello mondiale, ne porta al traguardo 5 dimostrando il valore dei propri mezzi e della squadra in un campionato di alta qualità come la Coppa del Mondo Rallyes Tout Terrain.

Tags

Related Articles

Lascia un commento

Back to top button
Close