EventiModelliSuzuki

Suzuki a Italian Baja 2010

A caratterizzare la prima uscita della Suzuki nel Campionato Italiano Cross Country Rally, sono la dea Bendata ed un esordio con i fiocchi. All’Italian Baja, la sfortuna ha segnato le prestazioni di Lorenzo Codecà e Bruno Fedullo, colpendoli in un tentativo d’attacco attuato nelle battute iniziali della competizione quando, nell’affrontare uno dei tanti guadi che punteggiano il percorso di gara, si sono dovuti fermare e ritirare col Grand Vitara 3.6 V6. L’amarezza del passo falso dell’equipaggio di punta della Suzuki, è stato stemperato dalla bella prestazione offerta da Alex De Angelis e Stefano Fabiano. Il nuovo equipaggio sul Grand Vitara 2.7 V6 nel duro e non facile primo round del Campionato Italiano Cross Country Rally, ha incassato i primi punti tricolori derivanti dalla quinta piazza assoluta. Un risultato conseguito con sagacia tattica dal giovane ferrarese, capace di attenersi alle consegne dettate da un debutto dalle grandi attese.  Alla tre giorni friulana, farà seguito in aprile il Raid Nord Italia, seconda prova Tricolore che gli alfieri di Suzuki conoscono bene per aver vinto le ultime edizioni. L’Italian Baja ha segnato l’avvio dell’undicesima edizione del Suzuki Challenge, il trofeo monomarca dei Grand Vitara 1.9 DDiS. Gara dai toni agonistici accesi, contraddistinta ed imperniata sul duello dagli alti ritmi tra Andrea Lolli e Giorgio Fichera. I due piloti che hanno firmato l’albo d’oro delle ultime edizioni del trofeo di Suzuki Italia, si sono confrontati apertamente, scambiandosi più volte la posizione di leader della serie. Il traguardo di Spilimbergo ha premiato Lolli. Il modenese ha subito la velocissima partenza del siciliano, Fichera è infatti stato al comandato nei primi tre settori selettivi, ma ha poi rimontato l’avversario cambiando passo superandolo al termine della prima tappa. Fichera ha poi tentato di recuperare il terreno perso, ma un problema ai freni lo ha penalizzato impedendogli di approfittare di un coincidente e momentaneo calo di prestazioni di Lolli, per la rottura un raccordo dell’olio. Lo stesso siciliano ha commesso poi un errore nell’ultima prova selettiva, compromettendo definitivamente il risultato ritirandosi prima del traguardo. Alle spalle del vincitore Lolli, sesto assoluto in gara e secondo del Gruppo T2, si è classificato Massimo Mancusi e terzo Nicola Gelosa.

Classifica gara CI Cross Country Rally: 1. Manfrinato – Condotta (Renault Megane Proto) in 3h56’38”; 2. Traglio – Pajer (Nissan Pathfinder) a 1’47”; 3. Ricci – Fattori (Nissan Navara Ermolli) a 10’05”; 4. Bombelli – Fiorini (Mitsubishi Pajero DID T2) a 13’55”; 5. De Angelis – Fabiano (Suzuki Grand Vitara 2.7 V6) a 15’07”; 6. Lolli – Forti (Suzuki Grand Vitara 1.9 Ddis) a 18’11”; 7. Tassi – Catarsi (Mitsubishi Pajero 3.2 DID) a 26’48”; 8. Mancusi – Musi (Suzuki Grand Vitara 1.9 Ddis) a 27’32”; 9. Bertuzzi – Risi (Suzuki Grand Vitara T1) a 30’34”; 10. Salvi – Salvi (Mitsubishi Pajero 3.2 DID) a 30’41”

Campionato Italiano Cross Country Rally: 1. Manfrinato punti 34,8; 2. Traglio 20,4; 3. Bombelli 16,8; 4. Ricci 10,8; 5. Lolli 7,2; 6. De Angelis 4,8; 7. Tassi 3,6; 8. Mancusi 1,2

Classifica Suzuki Challenge Italian Baj
a: 1. Lolli – Forti in 4h14’50”; 2. Mancusi – Musi a 12’21”; 3. Gelosa – Rossini a 15’16”; 4. Accadia – Darchi a 30’06”; 5. D’ Alessio – Sbaraglia a Gennaro 3h1’30”; 6. Luchini – Trippa a 9h54’56”; 7. Facile – Facile a 12h

Classifica 11° Suzuki Challenge: 1°  Lolli 19,2- 2°  Mancusi 12- 3°  Gelosa 9,6 – 4°  Accadia 4,8- 5°  D’Alessio 3,6- 6° Luchini 2,4- 6°  Fichera 2,4- 8°  Facile 1,2

www.suzuki.it

Tags

Related Articles

Lascia un commento

Check Also

Close
Close