News

Al 4x4Fest le Aziende 4×4, il mondo off road tra novità e anteprime

Al 4x4Fest, in corso a CarraraFiere da venerdì 11 a domenica 13 ottobre, ci saranno le più attraenti novità ed anteprime italiane degli espositori ed accessoristi dell'off-road made in Italy.

Al 4x4Fest 2019, il Salone dell’Auto a Trazione Integrale di I.M.M_CarraraFiere l’imperdibile appuntamento nazionale del comparto vede in primo piano rinomate realtà del mondo off-road come Saglietti S.r.l., azienda a conduzione familiare da oltre trent’anni specializzata nel settore degli accessori per auto da competizione e fuoristrada (dotata di licenza CSAI di Costruttore di roll bar) dal 2006 sotto l’insegna Raptor 4×4 si dedica alla produzione e vendita diretta di ricambi ed accessori per fuoristrada delle migliori marche del comparto.

Il 4x4Fest 2019 presenta in anteprima assoluta la nuova gamma di accessori (tra cui paraurti anteriore/posteriore, protezioni laterali e inferiori, assetti, portapacchi) interamente sviluppati all’interno delle officine Raptor 4×4 per l’ultimo modello di Suzuki Jimny, denominato Sierra che sarà esposto allo stand. I visitatori del 4×4 Fest potranno inoltre vedere e toccare con mano la qualità di tutti i nuovi pneumatici Raptor 4×4, disponibili in 8 differenti misure e marchiati M+S: idonei quindi alla circolazione quando sono obbligatori gli pneumatici da neve.

Raptor-4x4-Carrara 2015

L’Azienda Totani Srl dell’Aquila opera da oltre 60 anni a livello nazionale e funge da punto di riferimento per un’ampia clientela dell’offroad e dei raid avventura che da tutta Italia si da appuntamento a Carrara Fiere, ogni anno, allo stand dei fratelli Totani per scegliere i migliori allestimenti, scoprire le ultime novità e scambiare due chiacchiere in un clima accogliente e rilassato. L’esposizione quest’anno prevede
modelli statici vestiti di ogni possibile assetto, accessorio, sistema di scarico e personalizzazione da ammirare come in una vetrina. Tra questi il Mitsubishi L200 allestito per la Protezione civile ed un Nuovo Mitsubishi L200 accanto al nuovo Suzuki Jimny con una veste particolare. Per gli amanti dei viaggi avventura una Jeep JK per il fuoristrada estremo ed una Toyota GRJ 6 allestito Africa Euro 6. Per quanto concerne gli accessori anteprima dei nuovi cerchi della BRAID per il Defender e dei nuovi scarichi della Tecinex.

Tra i partner storici della manifestazione già annunciati, 4Technique festeggia i 20 anni di attività al 4x4Fest con diverse iniziative a cominciare dai due appuntamenti quotidiani allo stand (ore 11.30 e 15.30) per presentare, in anteprima per l’Italia, la nuova linea di verricelli WARN® VR EVO disponibili nelle versioni con cavo in acciaio o tessile e dotati di telecomando con funzionamento 2-in-1 (cavo e wireless).

Altra novità esclusiva, il lancio della gru brandeggiabile della linea UpRacks, dedicata ai possessori di pick-up, rimorchi, barche. Infine, ben 9 veicoli, accessoriati dalle migliori marche, sono a disposizione del pubblico: ARB dedica all’outdoor la nuova gamma di borse, sedie, tavoli, tende e tendalini, insieme ai noti blocchi differenziale Air Locker, gli inimitabili sistemi di sospensione Old Man Emu e gli innovativi portapacchi in alluminio UpRacks, in tutte le misure disponibili.

Yokohama Italia opera esclusivamente attraverso il canale professionale del rivenditore specialista di pneumatici. I rivenditori ufficiali Yokohama sono identificati con il marchio “CDG” (Consulenti di Guida). Al 4x4Fest Yokohama partecipa al Best Innovation Award presentando GEOLANDAR X-MT G005, un nuovo modello pneumatico off-road 4×4.

Specializzata nella gestione e nel noleggio di vetture da competizione per rally-raid nel mondo, R Team, capitanata da Renato Rickler festeggia i 30 anni di attività al 4x4Fest con le novità per le preparazioni racing, allestimenti vetture ed accessori specifici per veicoli Mitsubishi. Per quanto concerne il settore sportivo occhi puntati sabato 12 alle ore 16.00 c/o lo stand nel Padiglione B della Dakar 2020” Chapter three” che si svolgerà in Arabia, dove la squadra Ralliart parteciperà, per l’undicesima volta, con tre vetture.

Il team sarà a disposizione degli appassionati per esporre anche il programma della scuola di pilotaggio con i propri corsi 4×4 dedicati a privati ed aziende. Sabato 12 avverrà il raduno off road del Mitsubishi Club Italy in Lunigiana (info: http://www.rteam.it/).

Sul fronte estero, la spagnola ALMONT4WD festeggia il suo venticinquesimo anniversario di attività partecipando al 4x4Fest.  specializzata nella produzione di protezioni, scudi, paraurti e componenti per 4×4 e rally raid, ALMONT4WD dispone di una squadra di ingegneri industriali specializzati in lunghi viaggi e raid marathon ed in fiera porterà tutto il meglio dei suoi allestimenti (info: www.almond4wd.com).

Nel Padiglione E prenderà il via il 3°Raduno Nazionale di ELABORARE riservato esclusivamente ai veicoli a trazione integrale a 4/6/8 ruote in un area espositiva di ben 1.700 mq dove il pubblico potrà toccare con mano le più belle vetture preparate per il fuoristrada e non solo, selezionate dalla redazione di ELABORARE 4×4 e da ELABORARE.

Infine, all’interno dello spazio Mud Café, l’Area Photo-shooting by 4x4Xevolution & R.T. Heart è uno spazio esclusivo curato dalla rivista 4x4XEvolution e da RT Heart in cui i visitatori della manifestazione possono fotografarsi accanto al prototipo tubolare 6.0 V8b e alla moto Apophis 99942, progetto Ducati Monster, giunta direttamente dallo spazio. Il suo nome, infatti, deriva da un asteroide che nel 2004 sfiorò da vicino la terra, allarmando l’intera comunità scientifica mondiale, per l’alto rischio di impatto con l’emisfero orientale del nostro pianeta.

Costruita interamente a mano, plasmando ogni singolo pezzo di lamiera con la maestria di Lorenzo DOX Dossena, famoso artista custom di fama mondiale, con una tecnica da lui brevettata chiamata P.N.P.ovvero Paint-no Paint che non fa uso di vernici, ma solo di lavorazioni meccaniche manuali direttamente sulla nuda lamiera, la moto Apophis priva di vernice mette in risalto la materia allo stato puro.

L’Ing.  Stefano Galbiati ha realizzato un cruscotto che permette, digitando un codice su schermo touch screen, di accendere direttamente il motore di questa “belva” il cui sistema di scarico è composto da oltre 120 spicchi di tubo saldati a mano, mentre la chiodatura sulle gomme è composta da fasce in acciaio armonico e riempita da 1920 viti. Un imperdibile mostro di tecnologia ed artigianalità di altissimo livello qualitativo.

Tags

Related Articles

Check Also

Close
Back to top button
Close